• Il manuale di metodologia progettuale
  • Il manuale di metodologia progettuale

Il manuale di metodologia progettuale

Corraini Edizioni, 2017, -

«Ho sempre guardato con un certo sospetto al continuo proliferare dei più disparati manuali per: migliorare se stessi, diventare più ricchi, dimagrire in dieci giorni, abbordare più ragazze ecc... Spesso il manuale è visto come una sorta di libretto di istruzioni in pillole, una scorciatoia per “furbetti” che pensano di cavarsela applicando a comando qualche formula precostituita. Il design è invece qualcosa che si esperisce quotidianamente, è un percorso molto personale, fatto di continui rimandi tra fallimenti e miglioramenti, slanci e rilanci progettuali. La sola cosa che conta a mio avviso è il percorso, l’esperienza, guidata dalla passione, unita ad una buona dose di umiltà, attitudine all’ascolto e una smodata forza di volontà. Una domanda risuonava dentro di me ben prima che, qualche anno fa, una nota scuola di design mi chiedesse di tenere un corso sulla metodologia della progettazione: designer si nasce o si diventa? La risposta è “scritta” nella pagine di questo agile libro, a metà strada tra un serioso trattato scientifico e un romanzo in cerca di un finale ad effetto. Se utilizzato con la giusta attitudine, questo manuale si trasformerà in un’unica e irripetibile fonte di ispirazione per il designer. Un libro aperto, customizzabile, ma soprattutto uno strumento per migliorare il mondo, partendo da se stessi, pagina dopo pagina.» Un volume con 120 pagine bianche, da riempire di appunti, schizzi, idee, progetti: un invito a mettere in pratica una potente metodologia del fare, tra tentativi, scoperte e ricerche, l’unica che in fin dei conti possa veramente renderti un designer migliore. ACQUISTA  
«I’ve never trusted the continuous proliferation of disparate manuals: how to improve yourself, how to become a billionaire, how to lose weight in ten days, how to pick up girls etc. Manuals are often considered as ‘magic pill’ instruction books, or as impish shortcuts to manage life, following pre-conceived formulas. Design, however, is a personal journey marked by daily experiments, constantly filled with defeats and victories, leaps and project improvements. In my opinion, the path is the only thing that matters; the experience, driven by passion, humility, a listening attitude and unrestrained willpower. A few years ago, I was hired by a well-known design school to lecture on design methodology. And this led me back to a question already on my mind: are designers born or made?The answer is “written” in the pages of this agile book, halfway between a serious scientific treatise and a novel with a plot twist. This manual, when properly used, will become a unique and unrepeatable source of inspiration for designers. This manual is a customizable book, to be considered above all as a tool to improve the world gradually, page by page, starting from ourselves.» A book with 120 blank pages, so you can fill them with notes, sketches, ideas, projects. An invitation to exercise the only methodology that can make you a better designer: exploring and trying to figure out things through your own personal research. BUY